UN CAFFE' CONTRO ALLERGIE E ASMA

Diciamo sempre che tutti i nostri caffè sono addizionati con Ganoderma Lucidum (caffè contengono circa il 3%, i Tè un 30%) che è un fungo che cresce spontaneamente in Cina e in Giappone dove è noto come Reishi. In micoterapia e nella medicina orientale in genere, questo fungo è chiamato “Elisir di lunga vita”.
 
Il Ganoderma diventa però fondamentale nella lotta contro le allergie, in particolare quando si tratta di stimolare le difese naturali e prevenire i sintomi caratteristici dell’allergia stagionale come: starnuti, tosse, asma allergico, bolle, ecc.
 
Il segreto è nell’azione sinergica dell’acido ganoderico D, che interviene sulla causa dell’allergia, e delle sostanze antistaminiche presenti nel fungo, che vanno ad agire direttamente sulle infiammazioni.
 
In questo modo, il Ganoderma agisce come un medicinale al cortisone, come evidenziano studi scientifici fatti in Texas e in Giappone negli ultimi anni.
 
Quali sono gli 8 benefici del Ganoderma contro le allergie?
  1. Riduce l’istamina. L’istamina è una sostanza prodotta dal sistema immunitario di una persona allergica. Questa sostanza genera i sintomi dell’allergia comune se prodotta in grande quantità. All’istamina il Ganoderma Lucidum risponde con l’acido ganoderico D, che va a eliminare l’istamina in più prima che provochi i sintomi dell’allergia.
  2. Stimola gli anticorpi. Le sostanze presenti nel Ganoderma, come i triterpenoidi, fanno sì che le ghiandole surrenali creino nuovi anticorpi per fronteggiare l’allergia, rinforzando così le difese del sistema immunitario e normalizzando la situazione.
  3. Combatte le infiammazioni. I polisaccaridi presenti nel Ganoderma vanno a combattere le infiammazioni che sono dovute all’allergia. Per esempio, le infiammazioni che causano l’asma, oppure le infiammazioni cutanee si schiariscono per effetto di questi polisaccaridi. Per questo, il Ganoderma è stato definito un cortisone-like.
  4. Previene le manifestazioni allergiche. L’acido ganoderico D interviene anche quando la produzione di istamina è appena sufficiente per causare il sintomo. Se i livelli di istamina sono bassi, ma possono causare un sintomo fastidioso, con il Ganoderma il sintomo non si manifesta, quindi si può prevenire una manifestazione allergica. In alcuni casi, è stato dimostrato che il Ganoderma aiuta a prevenire l’allergia anche in caso di predisposizione
  5. Non ha effetti collaterali sull’organismo. Il Ganoderma, come tutte le sostanze per il benessere dell’organismo, ha delle controindicazioni. Rispettate queste controindicazioni, il Ganoderma non ha effetti collaterali per l’organismo, quindi si può usare tranquillamente come integratore naturale, cosa che non può avvenire per i medicinali studiati contro l’allergia.
  6. Agisce immediatamente contro la reazione allergica. Chi è allergico sa bene quanto sia importante agire subito quando c’è una manifestazione allergica. Le sostanze presenti nel fungo agiscono subito, per correre ai ripari quando si presentano i sintomi, oltre a prevenire eventuali manifestazioni.
  7. Riduce la sensibilità agli allergeni e ai batteri. Nel tempo, il Ganoderma è in grado di ridurre gli effetti delle manifestazioni allergiche nel lungo periodo. L’effetto antistaminico e antinfiammatorio permette anche di evitare virus e batteri, che potrebbero in qualche modo “approfittare” della debolezza fisica momentanea per aggredire l’organismo, soprattutto in inverno e in primavera, quando i pollini sono più diffusi.
  8. Riduce la debolezza fisica. Se si è deboli fisicamente, si può essere più sensibili agli allergeni. Il Ganoderma, oltre a migliorare le difese immunitarie, agisce anche contro lo stress e la debolezza fisica generale. In questo modo, anche ciò che potrebbe favorire una reazione allergica importante non si manifesta, riportando il soggetto a una situazione di normalità.